Get Adobe Flash player

NEWSLETTER
Fondazione Mago Sales

btn donateCC LG

 

CONTATTI

 

RECAPITI

 

p libro-ospiti

 

 

logo smilab

 C.F. 97619820018
P.Iva 08860260010

t-simsalesbim
Faccina-legge




Sim Sales Bim è il giornalino di collegamento all'Associazione Mago Sales. È una pubblicazione trimestrale, in grande formato ed a colori, dove troverete informazioni riguardanti gli istituti da Voi aiutati, reportage sulle missioni nel mondo, il calendario delle manifestazioni magiche del Mago Sales, pensierini spirituali e naturalmente tanta magia, animazione e barzellette per ridere e sorridere.


Pagina 10 di 19 Risultati 46 - 50 di 93
 

LA GRANDE MAGIA   (tratto dal giornalino n° 0 del 1997)

Il Giubileo Del 2000 In occasione del grande Giubileo del 2000, tutti gli abitanti della terra decisero di emigrare in un mondo di aria pulita, di cieli limpidi e soprattutto di pace. Una carovana infinita si avviò verso Cieli nuovi e Terre nuove. Dietro la fila degli adulti, un nugolo di ragazzi di tutti i colori, di tutte le età andava e veniva, giocava a rimpiattino, senza perdere la strada. Intanto, se un vecchio era stanco, i ragazzi intrecciavano le mani e lo portavano ridendo sulla “seggiola del papa”. Se un ragazzo si sbucciava un ginocchio, lo prendevano in spalla. Se una nonna si sedeva sfinita, la prendevano a braccetto. Dopo 70 settimane di cammino, gli adulti arrivarono in vista dei Cieli nuovi. Ma sulla porta un angelo disse: “Entrerete solo se qualcuno conosce la frase che contiene l’eterna legge del grande Giubileo”. Cominciarono a recitare i Comandamenti, le leggi del Corano, i precetti buddisti, ma nessuno ricordava... Arrivarono i ragazzi e Jonathan disse per tutti: “Per rinnovare il mondo, ogni 50 anni, l’umanità si impegna a: - Far riposare la terra e disintossicarla dall’inquinamento delle armi, dell’odio, dell’egoismo - Liberare i bambini resi schiavi dal lavoro. - Rimettere i debiti ai paesi impoveriti. L’angelo sorrise e consegnò la Terra Nuova alla responsabilità dei ragazzi.

Dalla Parte Dei Bambini   Io penso che i bambini siano sempre stati, in ogni tipo di cultura, la ricchezza del mondo, il tesoro manifesto della terra... il bene più prezioso da difendere a costo anche di enormi sacrifici. Nel cristianesimo, poi essi diventano il modello da imitare. “Se non diventerete come i fanciulli, non entrerete nel regno dei cieli”, disse Gesù ai discepoli.   Eppure ancora oggi nel nostro mondo cattolico, esistono bambini sfrattati, non ascoltati, estraniati persino dalla nostra preghiera e dalla liturgia di Dio.   Vogliamo, giustamente, un mondo serio, capace di fare cose importanti, attraverso sacrifici e rinunce. Vogliamo un mondo costruito sull’esempio dei sapienti, dei capaci, dei vincenti e dei furbi; un mondo in cui le categorie del gioco, del riso, del canto, della tenerezza o del sentimento siano semplici qualità, non certo valori, tanto meno virtù.   Ne viene quindi di conseguenza che in un mondo così devono essere considerate fuori legge le urla, gli schiamazzi... o anche solo il piccolo gesto di un bimbo che ti chiede una caramella quando parli con gli adulti.   Così finiamo coll’allontanare i bimbi dalla nostra vita quotidiana, cioè: dai nostri discorsi, dal nostro lavoro, dai nostri passatempi... a volte, persino, dalla nostra preghiera.   Mi ricordo, a tal proposito, una messa di Natale di alcuni anni fa.   Il celebrante, dette alcune parole di introduzione, interruppe improvvisamenta la preghiera comune, portando lo sguardo fisso verso il fondo della sala. Quel silenzio e quello sguardo erano il tacito rimprovero al pianto improvviso di alcuni bimbi... Le mamme, confuse e imbarazzate, si allontanarono, con i propri piccoli, dalla chiesa. Così i fedeli poterono gustare, trepidanti e in silenzioso ascolto, il bel canto gregoriano.   Ipocriti!!!. ..Diciamo di essere cristiani, di amare il prossimo nei poveri e nei piccoli, eppure dimentichiamo il semplice rimprovero di Gesù ai discepoli, preoccupati, anche loro, come noi, di far zittire e allontanare i bambini, durante una cerimonia di ascolto Ricordate quello che disse Gesù?: “Non impedite che i bimbi vengano a me, perché di essi è il regno dei cieli”. Di tutte le messe ascoltate e celebrate nei miei anni di sacerdozio, ne ricordo, con molta nostalgia, soprattutto una. Ero in India, e quella mattina di inizio maggio del 1996 mi trovavo al primo piano di un grande stanzone con le finestre aperte su una via del centro di Calcutta.   Qui, ancora oggi, Madre Teresa, assieme ad un centinaio di suore- missionarie della carità, ascolta la messa alle cinque del mattino, mescolando il suo canto al vociare grossolano e al rumore assordante di carri e di camion proveniente dalla strada piena di vita. Eppure, come per incanto, il rumore in quello stanzone non guasta la devozione, anzi diventa, nella messa, il canto implorante del mondo che chiede un posto nella preghiera dei santi e ti accorgi di essere al punto giusto e di sentire così, attraverso le urla dei poveri, la voce di Dio, che ti dice di fare qualche cosa di bello e di buono per i più piccoli e per tutti coloro che vivono dimenticati e trascurati dai “sapienti” e dai “benpensanti” di questo mondo.   L’associazione Mago Sales, al di là delle primarie finalità di diffondere la passione per l’arte magica e per il teatro in genere, nasce anche per questo: per far conoscere, ai “ricercatori di speranza” parte del baccano dei piccoli del mondo e questa pubblicazione trimestrale ne diventa la voce implorante, attraverso il clamore, a volte grossolano, ma sempre allegro, dei bimbi che ho incontrato durante i miei spettacoli di magia nei paesi poveri della terra.   Sì, vogliamo essere dalla parte dei bambini, per ascoltarli, per ridere, per giocare con loro, per fare teatro, magia...o semplicemente per raccontare una storia... e, se tutto questo servirà ad aiutare anche uno solo di quei piccoli che soffrono per mancanza di cibo o per ignoranza di beni culturali, allora sapremo di aver compiuto la vera GRANDE MAGIA.   Sul frontale della porta d’ingresso dell’ONU a Manhattan, si legge: “Tutti i bimbi devono avere gli stessi diritti a vivere una vita decorosa” Diversi, però, sono i destini dei bimbi, per nascita, per educazione, per situazioni sociali, anche per l’interesse schifoso di balordi e sfruttatori.   In Pakistan, ad esempio, un bambino, che lavora 15 ore a trasportare mattoni, guadagna mille lire al giorno.   A Shanghai un orfanotrofio che accoglie più di 500 bambini, per lo più handicappati, secondo il parere dell’H.R.W. per i diritti umani, è come un piccolo lager dove i piccoli vengono lasciati morire di freddo e di fame.   Ancora. in Italia, nella sola provincia di Milano, ci sono 350 Pediatri per 200 mila bambini, oltre i medici generici e gli specialisti, In India ci sono 43 medici ogni 100.000 abitanti.   In Irak 560.000 bambini sono morti dopo la guerra del Golfo a causa dell’embargo, per mancanza di cibo,di vitamine, di medici.   Un dossier di Mani Tese informa che l’80% di giocattoli firmati Chicco, Lego e Mattel vengono costruiti dai bambini in Cina, Thailandia e Indonesia.

Il Nostro Impegno:   Nel mondo lavorano tante persone cariche di speranza e di ottimismo. Sono missionari: preti, suore, laici. Ogni giorno essi mettono il loro entusiasmo a vantaggio dei piccoli, aiutandoli, almeno, a sopravvivere. Così danno inizio alla magia del cuore, ma più ancora a quella concreta del servizio e dell’aiuto solidale.   Ma per rendere efficace e credibile la loro missione di solidarietà e di consacrazione, hanno bisogno del nostro aiuto concreto e della nostra piccola magia di solidarietà.   Mago Sales vi invita a unire le due magie per fare, insieme la Grande Magia.

 

p contatta-mago

p contatta-mago

logo-pdf

btn donateCC LG

logo smilab

logo smilab

Visitor counter, Heat Map, Conversion tracking, Search Rank